Gli ospedali di Narni ed Amelia sono stati visitati oggi dalla presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, accompagnata dai sindaci di Amelia Riccardo Maraga e Narni Francesco De Rebotti e dal direttore generale della Usl 2 Sandro Fratini. Rendere il più possibile adeguate alle loro funzioni le due attuali strutture ospedaliere, anche in linea con la strategia organizzativa del futuro nuovo ospedale unico di Narni-Amelia. Questo il senso degli interventi attuati nei due complessi sanitari, che hanno comportato un investimento complessivo di oltre un milione e 300 mila euro e che hanno riguardato la messa in sicurezza e la riorganizzazione di alcuni servizi attualmente svolti nei presidi. “Era nostro dovere – ha affermato Marini – attuare tutti gli interventi necessari a dare continuità all’attività sanitaria di questi due presidi che non potevano essere abbandonati in attesa della realizzazione del nuovo ospedale unico comprensoriale. Per questo, d’intesa con la Usl, abbiamo voluto destinare adeguate risorse per interventi tesi a superare per un verso le criticità di questi due presidi, soprattutto sotto il profilo della sicurezza e dell’impiantistica e per l’altro verso a migliorare l’organizzazione generale dei servizi e dei reparti che attualmente sono attivi. Tutto questo, anche in considerazione della funzione che le strutture dovranno continuare a svolgere quando sarà realizzato il nuovo ospedale unico”. La presidente umbra – riferisce Palazzo Donini – ha quindi voluto ricordare come la Giunta regionale nel corso di questa legislatura abbia deciso di investire il 70% di tutte le risorse destinate all’edilizia sanitaria in Provincia di Terni, dalla riqualificazione dell’ospedale di Terni alla costruzione del nuovo di Narni-Amelia, il quale, ha aggiunto “avrà la duplice funzione di centro di eccellenza per la riabilitazione per l’intero bacino regionale ed anche extraregionale, e quella di presidio ospedaliero per acuti”.