Il presidente del Consiglio regionale dell’Emigrazione Fausto Galanello ha aperto, nei giorni scorsi, la riunione del Cre, convocata a Palazzo Donini per discutere le proposte da sottoporre alla Giunta regionale per la formulazione del Piano 2015 sugli interventi a favore degli umbri all’estero. Gli umbri emigrati all’estero, secondo l’Istat, nel 2013 sono stati circa 1100, con un nuovo flusso significativo verso l’Australia. “Sono i dati registrati dall’Anagrafe italiana residenti all’estero – ha detto Galanello – quindi riguardano solo una parte di quanti sono andati a studiare o lavorare all’estero”. Per il 2015 Galanello ha avanzato alcune proposte, quali lo svolgimento di iniziative in Brasile e Argentina in occasione dell’Anno dell’Italia in America Latina, la raccolta di testimonianze video della prima generazione di emigrati da realizzare in collaborazione con l’Isuc ed eventuali attività in occasione di Expo 2015 da realizzare anche in collaborazione con le altre Regioni.