Inaugurato ufficialmente il nuovo anno giudiziario in Umbria.

Nella sua relazione, alla presenza delle massime autorità regionali, il Presidente della Corte d’appello di Perugia, Wladimiro De Nunzio, ha sottolineato come sia “il numero delle istanze di fallimento e delle declaratorie di fallimento, se confrontato con il dato del periodo precedente, a dimostrare la crisi del sistema produttivo umbro, ormai in atto a partire dal 2008”.

Nell’ambito regionale, mentre a Perugia nell’ultimo anno la situazione e’ rimasta stabile, a Terni sono aumentate sia le istanze di concordato preventivo, passate da 20 a 29, sia quelle di fallimento, il cui numero si è dilatato da 75 a 121.

Aumento percentualmente ancora piu’ marcato al tribunale di Spoleto, dove istanze di fallimento sono passate da 55 a 181 e le dichiarazioni di fallimento da 105 a 123.