Si intitola “Terni-la citta’ dinamica nel contesto di una guerra di posizione” ed è il progetto, promosso dall’associazione Mialt, che sorgera’ in una porzione dell’ex fabbrica d’armi ceduta dal ministero della Difesa.

Non una semplice esposizione di armi ma – dicono gli organizzatori – un’iniziativa per sottolineare il valore storico, industriale e tecnologico della Fabbrica d’armi per Terni e l’Umbria.

I lavori per la realizzazione del museo si concluderanno entro la primavera prossima.

La mostra avra’ una durata quadriennale e affrontera’ ogni anno un tema diverso, coinvolgendo ricercatori e maestranze del Polo di mantenimento armi leggere. Restera’ aperta fino a dicembre 2015, quindi dopo una sosta riprendera’ da febbraio a dicembre 2016, e cosi’ ancora negli anni a seguire.