La Regione Umbria ha ripartito tra i Comuni dell’Umbria la somma di 1 milione 296 mila 194 euro, che ha permesso di evadere 7mila 69 domande presentate dalle famiglie per accedere al contributo per l’acquisto di libri di testo. Lo rende noto la vicepresidente della Regione Umbria con delega all’Istruzione Carla Casciari precisando che, a sostegno degli studenti delle scuole secondarie di primo grado e del primo anno della secondaria di secondo grado sono stati assegnati 962mila924 euro, mentre per tutti gli altri alunni della scuola secondaria di secondo grado sono stati messi a disposizione 333mila270 euro. Il contributo è stato assegnato agli studenti che frequentano le scuole statali e paritarie, appartenenti a famiglie il cui reddito Isee rientra nella soglia di 10.632,94 euro e la somma assegnata alle singole amministrazioni comunali è stata individuata in base al numero delle domande accolte.