Equilibrio di gestione e incremento dei volumi di attività. Avviato il processo di ristrutturazione immobiliare, riorganizzazione e potenziamento tecnologico. Annunciata per il 2015 l’identificazione digitale del paziente. Questi i dati più rilevanti di attività e gestione dell’Azienda ospedaliera di Terni nel 2014, un anno che sarà ricordato come l’inizio della grande trasformazione strutturale, tecnologica e organizzativa dell’ospedale ternano.

Per il secondo anno consecutivo – ha spiegato il direttore generale Andrea Casciari – il Santa Maria di Terni raggiunge l’equilibrio di gestione (con 187,5 milioni di euro di ricavi e 187,3 milioni di euro di costi) e centra gli obiettivi prefissati, sempre garantendo un aumento della qualità globale e dei volumi di attività. Il risanamento di bilancio, unitamente ad un miglioramento dei flussi finanziari in ambito regionale, ha consentito anche una abbattimento dei tempi di pagamento e la possibilità di utilizzare parte dei ricavi per l’autofinanziamento degli investimenti (1,3 milioni nel 2013 e 2,4 milioni nel 2014), evitando di ricorrere ad onerose operazioni di noleggio o leasing”.

In termini di efficienza, le principali azioni del 2014 hanno riguardato la ristrutturazione della rete informatica aziendale, lo sviluppo e l’implementazione gestionale per il percorso del paziente chirurgico e in Pronto Soccorso e della metodica diagnostica della PET, il mantenimento dell’attività durante il periodo estivo, l’incremento delle sedute operatorie programmate e una maggiore integrazione con la USL Umbria 2, anche ai fini della riduzione dei tempi di attesa per alcune prestazioni critiche. Nell’ambito del processo di ristrutturazione immobiliare, riorganizzazione logistica e organizzativa e riqualificazione e arricchimento tecnologico, nel 2014 molti dei lavori e degli interventi programmati sono stati conclusi, altri sono in corso o in fase di ultimazione o aggiudicati.

Gli interventi previsti per l’anno 2015 – ha precisato Andrea Casciari – riguardano il completamento del processo avviato per l’innovazione strutturale e tecnologica, con particolare riferimento ai lavori già in corso e aggiudicati ed entro l’inizio di marzo si concluderanno le procedure di aggiudicazione degli altri lavori: la Medicina Nucleare in continuità con la PET-TAC con correlata sistemazione delle strutture di Endoscopia digestiva, Epatologia e Gastroenterologia in un’unica struttura di diagnostica e interventistica, l’Anatomia Patologica, l’Ortopedia, l’Oculistica, la Chirurgia Vascolare Toracica e la ristrutturazione e potenziamento tecnologico della Diagnostica per immagini e radiologia”.

Previsti anche il miglioramento strutturale ed organizzativo del Pronto Soccorso, l’adeguamento della Terapia Intensiva Neonatale, il potenziamento dell’attività di Day Surgery, la ricollocazione dei reparti secondo l’organizzazione dipartimentale.

Ma i progetti più importanti del 2015 – ha annunciato Casciari – sono due. Il primo comporta un’innovazione organizzativa e tecnologica che porterà all’identificazione univoca del paziente da parte di tutte le procedure informatiche sanitarie attraverso il codice a barre del braccialetto elettronico, garantendo in tal modo una maggiore sicurezza nel trattamento dei pazienti, la possibilità di monitorare le risorse utilizzate per ciascun paziente e il collegamento al fascicolo sanitario elettronico del paziente secondo le indicazioni ministeriali e regionali. Il secondo traguardo riguarda la reingegnerizzazione dell’area radiologica: nel corso del 2015 sarà implementata la nuova procedura relativa alla diagnostica per immagini, che consentirà un miglioramento della grafica delle immagini, un’archiviazione più agile ed efficiente delle immagini e la possibilità di visualizzazione e condivisione delle immagini via web”.