Dopo l’occupazione a Natale e Capodanno, un sit-in per bloccare il trasloco: continua la protesta di studenti e genitori dell’istituto d’arte “Metelli” di Terni, che questa mattina hanno presidiato l’entrata dell’edificio, impedendo pacificamente agli operai della ditta incaricata di iniziare le operazioni di trasferimento di banchi e laboratori presso l’istituto per geometri. Sempre in mattinata si è svolto un incontro in prefettura, al quale ha preso parte una delegazione contraria al trasloco, in cui è emersa l’ipotesi che tre classi dell’istituto possano rimanere nell’attuale sede, lasciandola così parzialmente in funzione e rispettando il limite di 99 presenze consentito dall’attuale certificazione di sicurezza dell’edificio. Mercoledì pomeriggio si riunirà nuovamente il tavolo interistituzionale per valutare questa opzione in vista della ripresa delle lezioni fissata per il 12 gennaio. Questa ipotesi, spiega il presidente della II commissione comunale Francesco Filipponi – che insieme ad alcuni esponenti del M5S ha partecipato alla riunione odierna – permetterebbe anche di accelerare i tempi di “recupero complessivo dell’edificio” e “ridefinire entro brevissimo il progetto di messa in sicurezza, così da consentire quella certificazione che non pone limiti alle presenze degli alunni”.

Le immagini di questa mattina: http://youtu.be/EBa6-_6bIa0

The video cannot be shown at the moment. Please try again later.