La Regione Umbria vi ringrazia per aver voluto onorare la memoria di Daniela Crispolti e Margherita Peccati con un premio nazionale, quale riconoscimento della loro dedizione al lavoro e del forte senso di appartenenza alle istituzioni”. Lo ha sottolineato la vicepresidente della Regione Umbria Carla Casciari, intervenuta nel Salone d’Onore di Palazzo Donini, alla cerimonia di premiazione della prima edizione del Premio Nazionale “Daniela e Margherita”, istituito dalla Uil-Fpl (Federazione poteri locali) e intitolato alle due dipendenti regionali uccise il 6 marzo 2013 mentre erano al lavoro. Il Premio, che ha ricevuto il patrocinio del Ministero dell’Istruzione, era riservato agli alunni delle scuole elementari e medie del territorio italiano, invitati a riflettere sull’attività svolta dalla pubblica amministrazione nell’interesse delle comunità locali. Tra i componimenti pervenuti da tutta Italia, ha ottenuto il primo premio la classe III F dell’Istituto comprensivo “Guglielmo Marconi” di Terni, che ha sviluppato il tema “La pubblica amministrazione al servizio del cittadino”; seconda classificata la V classe dell’Istituto comprensivo “Dedalo 2000” di Gussola (Cremona) con il lavoro “Viaggio nel bosco dei cittadini”; terzo premio alla classe III C dell’Istituto Comprensivo “Marconi” di Terni per “Due storie di dipendenti della pubblica amministrazione”.

La Regione – ha ricordato la vicepresidente Casciari, che ha rivolto un ringraziamento particolare ai familiari delle due impiegate, presenti alla cerimonia – ha istituito in memoria di Daniela Crispolti e Margherita Peccati un premio per le migliori tesi di laurea nell’ambito di materie attinenti all’attività della pubblica amministrazione. Anche con questo premio si vuol sottolineare sia il valore del lavoro in un ente pubblico, sia sensibilizzare le giovani generazioni su quanto sia importante l’attività svolta dalla pubblica amministrazione, al servizio dei cittadini”.

La nostra organizzazione sindacale – ha rilevato il segretario generale della Uil Fpl Giovanni Torluccio, intervenuto insieme al segretario regionale della Uil Fpl Umbria, Marco Cotone – con questo Premio vuole lanciare un messaggio alle nuove generazioni affinché conoscano cosa è davvero la pubblica amministrazione, che spesso viene bistrattata e non considerata per il lavoro svolto nell’interesse delle comunità locali. Partendo dalle scuole, vogliamo contribuire a ridisegnare una cultura dello Stato e ci auguriamo di premiare un giorno la classe che realizzerà un progetto per uno Stato migliore”.