Una vertenza “impegnativa e difficile”, quella dell’Ast di Terni (attesa domani ad un nuovo passaggio, che potrebbe essere decisivo, con l’incontro al ministero dello Sviluppo economico) ma che è stata vissuta con “maturita’, dignita’ e compostezza” dalla stragrande maggioranza dei soggetti interessati: lo ha detto il Prefetto Gianfelice Bellesini, nella riunione di questa mattina del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, dedicata proprio alle misure da prendere “per garantire la serenità della città ed evitare che le tensioni collegate alla vertenza possano determinare criticità”. Il prefetto ha anche sottolineato che la vertenza “ha coinvolto emotivamente tutta la collettività locale, ben consapevole dell’impatto che la sua conclusione potrà avere sul futuro economico e sociale del territorio”. Il comitato, giudicando positivamente la decisione dei lavoratori di far partire oggi il primo treno merci diretto a Mantova dopo lo sblocco delle portinerie, ha “espresso l’auspicio che il confronto in atto non abbandoni i binari di una dialettica civile e reciprocamente rispettosa, isolando sul nascere ogni accenno di violenza o prevaricazione nel linguaggio o nei comportamenti”.