- Radio Galileo - http://www.radiogalileo.it -

SCAVI AD ORVIETO: NUOVI IMPORTANTI RITROVAMENTI DI EPOCA ETRUSCA

Posted By Lorenzo Pazzaglia On 21 novembre 2014 @ 11:58 In Attualità,Cultura

Un tempio di grandi dimensioni e una testa maschile in terracotta in origine policroma, a grandezza naturale e su base dello stesso materiale, che secondo i primi accertamenti potrebbe identificarsi con Voltumna, divinita’ suprema del pantheon etrusco: sono alcuni dei nuovi ritrovamenti archeologici avvenuti a Orvieto nell’area di scavo del Fanum Voltumnae, il grande santuario federale degli Etruschi risalente al VI secolo avanti Cristo.

Ad annunciare i nuovi ritrovamenti e’ la direttrice degli scavi, la professoressa Simonetta Stopponi (Universita’ di Perugia).

Nella stessa sede di scavo a Orvieto e’ stato scoperto anche un tratto della via sacra che conduceva al tempio.

“La testa e’ molto bella e ben conservata” spiega la professoressa Stopponi, definendola “un ritrovamento importante cosi’ come quello del tempio, che misura 12 metri per 18. Finora non sono state rintracciate iscrizioni – rivela la direttrice degli scavi orvietani – ma stiamo ancora scavando e contiamo di trovare presto altro eccellente materiale. Sara’ invece problematico far riaffiorare l’intera strada sacra. Sul percorso – sottolinea la professoressa Stopponi – si trova infatti una villa privata la cui costruzione ha certo compromesso l’integrita’ della zona”.

Il Fanum Voltumnae si trova in localita’ Campo della Fiera, l’area pianeggiante a ovest del pianoro di tufo su cui sorge Orvieto. Il nome deriva dall’essere stata sede di fiere e mercati periodici per secoli, epoca romana compresa, fino al 1384, l’anno della peste nera che spopolo’ citta’ e campagne.

Nel 1876 i primi scavi archeologici restituirono resti di strutture murarie in tufo e furono recuperate pregevoli terrecotte oggi al Pergamon Museum di Berlino.

Nel 2000 le indagini sono riprese anche sulla spinta di studi piu’ recenti secondo i quali il mitico Fanum Voltumnae, massimo santuario del popolo etrusco, doveva trovarsi proprio a Campo della Fiera.

Inutilmente cercato fin dal Quattrocento, il Fanum era il luogo delle riunioni annuali dei rappresentanti della lega delle dodici citta’ etrusche.

Gli scavi orvietani di Campo della Fiera sono a cura dell’Universita’ di Perugia su concessione ministeriale e vengono finanziati dalla Fondazione Cassa di risparmio di Orvieto.

 


Article printed from Radio Galileo: http://www.radiogalileo.it

URL to article: http://www.radiogalileo.it/attualita/2014/11/21/2300-scavi-ad-orvieto-nuovi-importanti-ritrovamenti-di-epoca-etrusca

URLs in this post:

[1] Lorenzo Pazzaglia: http://www.radiogalileo.it/author/lorenzo-pazzaglia

Copyright © 2014 Radio Galileo. All rights reserved.