Sono partiti nel pomeriggio, da Terni, i tre pullman di lavoratori dell’Ast diretti a Bruxelles, dove domani si terrà un presidio davanti al Parlamento europeo. Circa 160 gli operai dell’acciaieria che affronteranno una ventina di ore di viaggio insieme ai segretari territoriali di Fiom, Fismic e Ugl, Claudio Cipolla, Giovacchino Olimpieri e Daniele Francescangeli. “Partiamo oggi per Bruxelles per portare questa vertenza al di fuori dei confini cittadini ed umbri” ha spiegato Cipolla. “E’ uno dei tanti appuntamenti che abbiamo messo in calendario – ha aggiunto – e ne avremo altri perchè crediamo che quello che si sta determinando su Terni sia una vertenza storica che merita attenzione a tutti i massimi livelli”. Cipolla ha ricordato che “Bruxelles ha un significato particolare, perchè quella dell’Ast è una vicenda europea che è partita tre anni fa, crediamo che il significato sia importante”. Domani la delegazione dovrebbe incontrare alcuni parlamentari italiani, ma si sta cercando anche di organizzare un altro incontro con i rappresentanti della Commissione europea. Anche una delegazione della Regione Umbria sarà presente domani a Bruxelles per partecipare al presidio organizzato dai lavoratori dell’Ast al Parlamento Europeo. Ne faranno parte la presidente della Regione Catiuscia Marini, il presidente del Consiglio regionale Eros Brega, l’assessore Fabio Paparelli ed i consiglieri regionali Raffaele Nevi e Alfredo De Sio.