In un periodo di grande crisi per le famiglie il Servizio Idrico Integrato di Terni propone una novità che può far risparmiare soldi ai cittadini. Con il nuovo sistema di accredito in conto corrente della bolletta, infatti, gli utenti risparmiano i soldi della cauzione che per legge è dovuta al momento del contratto. La stima del risparmio complessivo per la collettività è di oltre 2,5 milioni di euro. Il deposito cauzionale, infatti, è calcolato in misura pari al valore dei corrispettivi di tre mensilità di consumo medio annuo. “La novità, introdotta dall’Autorità per l’energia e il gas – spiega il presidente della Sii Stefano Puliti – offre un aiuto agli utenti e un vantaggio al Servizio. Il nuovo sistema facilita i cittadini virtuosi, quelli cioè in regola con i pagamenti ed è retroattivo. Per coloro che accreditano la bolletta in conto corrente il deposito cauzionale già versato sarà conguagliato, se a credito, in un’unica soluzione con la prima bolletta utile. Se diversamente, gli importi dovuti saranno invece in due rate del 50% in due successive bollette”. Il nuovo sistema ha anche un altro vantaggio. Garantisce, infatti, certezza di incassi e quindi di risorse per la Sii e conseguentemente maggiore sicurezza nel predisporre fondi da destinare agli investimenti. Nell’ottica della massima attenzione alle fasce deboli, che caratterizza ormai da molti anni l’attività della Sii, dal deposito cauzionale sono esentate le fasce di utenza che ricadono nella tariffa “domestico residente sociale”.

Per ogni informazione ci sono le seguenti modalità di contatto ufficio.commerciale@siiato2.it; segreteria@siiato2.it; fax 074 4448724; 434752.